N-Z

tabutris96
Tabucchi, Antonio
Feltrinelli, 162 pgs.
Tabucchi, Antonio
Feltrinelli
Tabucchi, Antonio
Sellerio, 83 pgs.
Tamaro, Susanna
BUR, 332 pgs.
Tamaro, Susanna
Bompiani, 208 pgs.
tamacara96
Tamaro, Susanna
BUR, 196 pgs.
Tamaro, Susanna Salani editore, 154 pgs.
tamaillm96

Tamaro, Susanna
Bompiani 2014, 124 pgs.

Tamaro, Susanna
BUR rizzoli
Tamaro, Susanna
Bompiani 2013
268 pgs.
Tamaro, Susanna
Giunti, 222 pgs.
Tamaro, Susanna
Rizzoli, 176 pgs.
Tamaro, Susanna
Bompiani, 171 pgs.

Terzani, Tiziano
TEA 2009, 366 pgs.

Tomasi di Lampedusa, Giuseppe
Feltrinelli, 296 pgs.
Torregrossa, Giuseppina
Mondadori 2014, 333 pgs.

Tuti, Ilaria
Longanesi, 318 pgs.

«Quelli che riecheggiano lassù, fra le cime, non sono tuoni. Il fragore delle bombe austriache scuote anche chi è rimasto nei villaggi, mille metri più in basso. Restiamo soltanto noi donne, ed è a noi che il comando militare italiano chiede aiuto: alle nostre schiene, alle nostre gambe, alla nostra conoscenza di quelle vette e dei segreti per risalirle. Dobbiamo andare, altrimenti quei poveri ragazzi moriranno anche di fame. Questa guerra mi ha tolto tutto, lasciandomi solo la paura. Mi ha tolto il tempo di prendermi cura di mio padre malato, il tempo di leggere i libri che riempiono la mia casa. Mi ha tolto il futuro, soffocandomi in un presente di povertà e terrore. Ma lassù hanno bisogno di me, di noi, e noi rispondiamo alla chiamata. Alcune sono ancora bambine, altre già anziane, ma insieme, ogni mattina, corriamo ai magazzini militari a valle. Riempiamo le nostre gerle fino a farle traboccare di viveri, medicinali, munizioni, e ci avviamo lungo gli antichi sentieri della fienagione. Risaliamo per ore, nella neve che arriva fino alle ginocchia, per raggiungere il fronte. Il nemico, con i suoi cecchini – diavoli bianchi, li chiamano – ci tiene sotto tiro. Ma noi cantiamo e preghiamo, mentre ci arrampichiamo con gli  scarpetz ai piedi. Ci aggrappiamo agli speroni con tutte le nostre forze, proprio come fanno le stelle alpine, i «fiori di roccia». Ho visto il coraggio di un capitano costretto a prendere le decisioni più difficili. Ho conosciuto l'eroismo di un medico che, senza sosta, fa quel che può per salvare vite. I soldati ci hanno dato un nome, come se fossimo un vero corpo militare: siamo Portatrici, ma ciò che trasportiamo non è soltanto vita. Dall'inferno del fronte alpino noi scendiamo con le gerle svuotate e le mani strette alle barelle che ospitano i feriti da curare, o i morti che noi stesse dovremo seppellire. Ma oggi ho incontrato il nemico. Per la prima volta, ho visto la guerra attraverso gli occhi di un diavolo bianco. E ora so che niente può più essere come prima.»  Con "Fiore di roccia" Ilaria Tuti celebra il coraggio e la resilienza delle donne, la capacità di abnegazione di contadine umili ma forti nel desiderio di pace e pronte a sacrificarsi per aiutare i militari al fronte durante la Prima guerra mondiale. La Storia si è dimenticata delle Portatrici per molto tempo. Questo romanzo le restituisce per ciò che erano e sono: indimenticabili.

Tuti, Ilaria
Longanesi, 254 pgs.

Chiara ha fatto un sogno. E ha avuto tantissima paura. Canta e conta, si diceva nel sogno, ma il buio non voleva andarsene. Così, Chiara si è affidata alla luce invisibile della notte per muovere i propri passi nel bosco. Ma quello che ha trovato scavando alle radici dell'albero l'ha sconvolta. Perché forse non era davvero un sogno. Forse era una spaventosa realtà. Manca poco a Natale, il giorno in cui Chiara compirà nove anni. Anzi, la notte: perché la bambina non vede la luce del sole da non sa più quanto tempo. Ci vuole un cuore grande per aiutare il suo piccolo cuore a smettere di tremare. È per questo che, a pochi giorni dalla chiusura di un faticosissimo e pericoloso caso e dalla scoperta di qualcosa che dovrà tenere per sé, Teresa Battaglia non esita a mettersi in gioco. Forse perché, nonostante tutto, in lei batte ancora un cuore bambino. Lo stesso che palpita, suo malgrado, nel giovane ispettore Marini, dato che pur tra mille dubbi e perplessità decide di unirsi al commissario Battaglia in quella che sembra un'indagine folle e insensata. Già, perché come si può anche solo pensare di indagare su un sogno? Però Teresa sa, anzi, sente dentro di sé che quella fragile, spaurita e coraggiosissima bambina ha affondato le mani in qualcosa di vero, di autentico… E di terribile.


Tuti, Ilaria
Longanesi - 383 pgs.

"Riparare. Ricucire. Correggere il destino, quando era possibile. Serviva vocazione, serviva l'ambizione folle di diventare ciò che a una donna non era concesso di essere".

Trento, Francesco &  Amadei, Aureliano
Einuadi, 182 pgs.

Ungaretti, Giuseppe
Marsilio - 251 pgs.

"Di questa poesia mi resta quel nulla d'inesauribile segreto"
29 giugno 1916

Vacchetta, Massimo & Tomaselli Antonella
Pickwick 2017 - 185 pgs.

Il veterinario Massimo Vacchetta racconta lo straordinario incontro che lo ha aiutato a uscire da un periodo buio e gli ha dato un nuovo scopo: creare un centro di recupero per i ricci, una specia minacciata dalla nostra disattenzione, e aiutare gli esemplari in difficoltà.

Veladiano, Mariapia
Ugo Guanda Editore, 237 pgs.
2016
Veladiano, Mariapia
Einaudi
163 pgs.
Venezia, Mariolina
Einaudi, 250 pgs.